Possiamo aiutarvi?
Lasciateci il vostro contatto - vi ricontatteremo il prima possibile per discutere le vostre esigenze.

 
   
 
NO, GRAZIE INVIA
  • E850
    circle Wraps Your Home In Warmth
  • E580
    circle Wraps Your Home In Warmth
  • E678
    circle Wraps Your Home In Warmth
  • E730
    circle Wraps Your Home In Warmth
UK USA Austria Germany Switzerland Italy Belgium Canada France Italy
Chiamateci oggi stesso per discutere le vostre necessità
+44 (0) 1527 857814

Detrazioni fiscali

 

Riscaldare la vostra casa con una stufa Ecco Stove® è una scelta che rispetta l'ambiente e, per questo motivo, è incentivata dallo Stato tramite apposite misure in favore del risparmio energetico. Tali incentivi vi permetteranno di risparmiare ulteriormente sui costi per il riscaldamento della vostra casa (in aggiunta al risparmio che scaturisce dall'uso della Ecco Stove® di per sé).


Detrazione fiscale

 

Per il 2017 è stata confermata la detrazione fiscale del 50% o 65% sull'Irpef, rispettivamente per interventi di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica.

Si tratta di un modo per recuperare il prezzo pagato per la stufa, riducendo quindi il peso economico sostenuto per l'acquisto, tramite una detrazione sull'Irpef suddivisa in 10 rate annuali.

 

Detrazione del 50%

 

La detrazione Irpef del 50%  è applicabile in caso di interventi di ristrutturazione edilizia o di risparmio energetico.

 

È utile precisare che tale detrazione trova applicazione anche in assenza di una vera e propria ristrutturazione edilizia, purchè i lavori effettuati comportino un miglioramento delle prestazioni energetiche.

Per la precisione, l'art 16bis del Tuir afferma: "Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia".

 

 Per poterla ottenere, sono necessari i due seguenti requisiti:

1) il rendimento diretto della stufa non deve essere inferiore al 70% (il livello minimo di rendimento diretto delle Ecco Stove® è 80,4%) e tale rendimento deve essere attestato da un certificato rilasciato dal produttore;

2) l'installazione della stufa deve essere effettuata da un tecnico qualificato, il quale deve emettere regolare certificato di conformità.

 

Detrazione del 65% (o Ecobonus)

 

 La detrazione Irpef del 65%  è applicabile in caso di interventi di riqualificazione energetica (volti al miglioramento delle prestazioni energetiche dell'abitazione) . Sono riconosciute a tal fine sia le sostituzioni sia le nuove installazioni, anche ad integrazione di un impianto di riscaldamento a caldaia già presente.

 

 

Per poterla ottenere, sono necessari i seguenti requisiti:

1) rendimento utile nominale minimo superiore all’85% (rientrano in tale soglia il modello E850 e tutti i modelli catalitici - EC645, EC678, EC730 - eccetto l'EC580)
2) rispetto dei limiti di emissione previsto dal Decreto Legislativo 152/2006 oppure in base a quanto stabilito dalle norme regionali;
3) uso di biomasse combustibili ammissibili;
4) per le abitazione situate nelle zone climatiche C, D, E, F porte, finestre e vetrine devono rispettare i limiti massimi di trasmittanza termica stabiliti dal D.lgls. 192/2005.

 

Inoltre, secondo quanto stabilito dall'ENEA, gli apparecchi devono essere conformi ai seguenti certificati:

1) Stufe a combustibili solidi: UNI EN 13240

2) Apparechi a lento rilascio di calore alimentati a combustibili solidi: UNI EN 15250.

 

Tutti i modelli Ecco Stove® sono in possesso del certificato UNI EN 15250 eccetto E580.

 

La conformità a tali requisiti deve essere certificata da un tecnico abilitato.


Come ottenere le detrazioni fiscali

Per ottenere tali detrazioni è necessario che:
1) l’installazione sia effettuata da un tecnico qualificato, il quale dovrà emettere certificato di conformità;
2) il produttore della stufa rilasci certificazione tecnica sulle capacità termiche del prodotto (potete inviarci la richiesta per ottenerlo);
3) il pagamento sia effettuato con bonifico bancario o postale.

Vi ricordiamo che:
1) la dichiarazione dei redditi contenga i dati catastali dell’immobili oggetto di ristrutturazione o miglioramento energetico;
2) la richiesta di detrazione fiscale dovrà essere trasmessa all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.